Class Action: al via l’elenco pubblico delle Organizzazioni e Associazioni legittimate

Pubblicato il: 15 Aprile 2022

Il Ministero della Giustizia, col Decreto del 17 febbraio 2022 n. 27 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 12 aprile 2022, ha approvato il Regolamento che istituisce e disciplina l’elenco pubblico delle organizzazioni e associazioni legittimate a proporre l’azione di classe ex articolo 840-bis del codice di procedura civile e l’azione inibitoria  collettiva ai  sensi dell’articolo 840-sexiesdecies del codice di procedura civile (prevedendo tra l’altro i requisiti e le modalità di iscrizione, i criteri per la sospensione e la cancellazione, le modalità di aggiornamento, il contributo per l’iscrizione).

Quanto all’inserimento, “ai fini del  primo  popolamento”, vi vengono incluse le  Associazioni di consumatori e utenti rappresentative a livello nazionale e iscritte, al momento dell’entrata in vigore del decreto, nell’elenco di cui all’articolo  137  del  Codice del Consumo (ovvero l’elenco, già tenuto presso il Ministero dello sviluppo economico, delle Associazioni legittimate ad agire a tutela degli interessi collettivi di consumatori e utenti mediante richieste di inibitoria di atti e comportamenti lesivi, di adozione di idonee misure correttive, dell’ordine di pubblicazione su uno o più quotidiani a diffusione nazionale oppure locale).

Le Associazioni, per l’iscrizione nell’Elenco istituito presso il Ministero della Giustizia, dovranno essere costituite da almeno due anni; avere sede nell’Unione europea; perseguire, come obiettivo statutario anche non  esclusivo, la tutela di diritti individuali omogenei, senza scopo di lucro; avere un ordinamento a  base  democratica che garantisca la convocazione degli iscritti con cadenza almeno annuale; svolgere in modo continuativo, adeguato e stabile le loro attività statutarie.

All’aggiornamento si provvederà entro il 31 maggio di ogni anno, previa verifica del mantenimento dei requisiti, con decreto da pubblicarsi sul sito  istituzionale del Ministero.

#ClassAction #Elenco #organizzazioni #associazioni

Articolo a cura di: Gregorio Panetta

Condividi

Class Action: al via l’elenco pubblico delle Organizzazioni e Associazioni legittimate

Pubblicato il: 15 Aprile 2022

Il Ministero della Giustizia, col Decreto del 17 febbraio 2022 n. 27 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 12 aprile 2022, ha approvato il Regolamento che istituisce e disciplina l’elenco pubblico delle organizzazioni e associazioni legittimate a proporre l’azione di classe ex articolo 840-bis del codice di procedura civile e l’azione inibitoria  collettiva ai  sensi dell’articolo 840-sexiesdecies del codice di procedura civile (prevedendo tra l’altro i requisiti e le modalità di iscrizione, i criteri per la sospensione e la cancellazione, le modalità di aggiornamento, il contributo per l’iscrizione).

Quanto all’inserimento, “ai fini del  primo  popolamento”, vi vengono incluse le  Associazioni di consumatori e utenti rappresentative a livello nazionale e iscritte, al momento dell’entrata in vigore del decreto, nell’elenco di cui all’articolo  137  del  Codice del Consumo (ovvero l’elenco, già tenuto presso il Ministero dello sviluppo economico, delle Associazioni legittimate ad agire a tutela degli interessi collettivi di consumatori e utenti mediante richieste di inibitoria di atti e comportamenti lesivi, di adozione di idonee misure correttive, dell’ordine di pubblicazione su uno o più quotidiani a diffusione nazionale oppure locale).

Le Associazioni, per l’iscrizione nell’Elenco istituito presso il Ministero della Giustizia, dovranno essere costituite da almeno due anni; avere sede nell’Unione europea; perseguire, come obiettivo statutario anche non  esclusivo, la tutela di diritti individuali omogenei, senza scopo di lucro; avere un ordinamento a  base  democratica che garantisca la convocazione degli iscritti con cadenza almeno annuale; svolgere in modo continuativo, adeguato e stabile le loro attività statutarie.

All’aggiornamento si provvederà entro il 31 maggio di ogni anno, previa verifica del mantenimento dei requisiti, con decreto da pubblicarsi sul sito  istituzionale del Ministero.

#ClassAction #Elenco #organizzazioni #associazioni

Articolo a cura di: Gregorio Panetta