Modifiche soggettive del RTI in fase di gara, in caso di perdita dei requisiti di partecipazione ex art. 80 del Codice dei Contratti

L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con la sentenza numero 2 del 25 gennaio 2022, si è espressa sulla ammissibilità (o meno) della modificazione, in fase di gara, della composizione del raggruppamento temporaneo di imprese partecipante, qualora l’impresa mandataria o  una delle mandanti incorra nella perdita dei requisiti di partecipazione previsti [...]

Soccorso istruttorio e garanzia provvisoria

Sotto la vigenza del codice dei contratti pubblici di cui al decreto legislativo 50/2016, la mancanza e le altre eventuali carenze o irregolarità che possano darsi rispetto alla garanzia o cauzione provvisoria da allegare in gara “a corredo dell’offerta”, sono soccorribili o no ? Il quesito potrebbe, in prima battuta, [...]

Indicazione separata dei costi della manodopera: regole ed eccezioni secondo l'Adunanza Plenaria e la Corte di Giustizia

L'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con due decisioni gemelle pubblicate il 2 aprile 2020, coi numeri 7 e 8, è tornata a pronunziarsi sulla annosa questione della valenza immediatamente escludente, o meno, della mancata separata indicazione in offerta dei costi della manodopera e degli oneri di sicurezza aziendale (ai [...]

Gravi illeciti professionali della cedente di ramo d'azienda

Il trasferimento del ramo d’azienda, oltre a determinare la cessione in favore della concorrente-cessionaria dei requisiti di capacità (contratti analoghi e fatturato specifico) in base a quali la stessa ha potuto qualificarsi ai fini della partecipazione alla gara, determina il trasferimento altresì degli eventuali illeciti professionali comunque riferibili al medesimo [...]

Allegazione in gara di certificazioni UNI EN ISO

Allorchè la lex specialis di gara richieda ai concorrenti di allegare le certificazioni UNI EN ISO di cui all'art. 87 del decreto legislativo 50/2016, mediante “documento informatico firmato digitalmente dall’ente certificatore”, ovvero “scansione delle certificazioni corredata da dichiarazione di conformità all’originale ai sensi del DPR 445/2000 firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa”, [...]

Invarianza della soglia di anomalia

Il Tribunale Amministrativo per il Lazio di Roma - Sezione Prima, con la decisione del 29 aprile 2019 n. 5385, ha ritenuto legittimo l’operato del seggio di gara che, operando la correzione della graduatoria già approvata, all'esito di alcune successive esclusioni, in applicazione del principio di invarianza della soglia di anomalia di [...]

Gravi illeciti professionali ed avvalimento operativo

Il Consiglio di Stato, con la decisione n. 2917 del 7 maggio 2019, ha affermato una serie di importanti principi in materia di gravi illeciti professionali e di avvalimento. Decidendo sul primo motivo dell’appello incidentale - col quale l’originaria ricorrente in prime cure contestava la mancata esclusione del RTI aggiudicatario [...]

Rilevanza temporale triennale dei gravi illeciti professionali

La Quinta Sezione del Consiglio di Stato, con la decisione del 06/05/2019 n.2895 che qui si segnala, è tornato a pronunziarsi sulla questione, invero ancora assai dibattuta, della rilevanza temporale dei gravi illeciti professionali di cui all’art. 80, commi 5 e 10 del decreto legislativo 50/2016. La pronunzia, in particolare, [...]

Scelta del criterio di aggiudicazione (per l'affidamento di forniture standardizzate)

La Prima Sezione del TAR Sicilia di Palermo, con la decisione del 03.05.2019 n. 1238, ha respinto il ricorso proposto da concorrente a procedura di gara indetta per l'affidamento della fornitura di farmaci, il quale lamentava - fra l'altro - l'erroneità ai sensi dell'art. 95 del decreto legislativo 50/2016, della scelta [...]

Esclusione per mancata dichiarazione di decreto penale di condanna opposto

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria di Reggio Calabria, con la decisione del 29.04.2019 n.300, ha ritenuto illegittimo il provvedimento di esclusione dalla gara disposto a carico della concorrente poi ricorrente, anche ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 80, comma 5, lett. f-bis del codice dei contratti [...]

Torna in cima